Ingegneria informatica: cosa si studia nel corso di laurea

Quelle dell’ingegnere informatico sono skill altamente qualificanti, richiestissime nel mondo del lavoro, ma ad Ingegneria informatica cosa si studia? Scopriamolo insieme

Particolarmente indicata per chiunque ami i computer e, in generale, il mondo della tecnologia, la laurea in Ingegneria Informatica è caratterizzata da un piano di studi assai ricco e complesso. Questo percorso accademico infatti fornisce moltissime conoscenze teoriche e altrettante competenze pratiche. Ma in concreto, iscrivendosi al corso di laurea in Ingegneria Informatica cosa si studia? Diamo un’occhiata insieme alle materie che potrai incontrare sul tuo cammino se vorrai diventare un ingegnere informatico.

Ingegneria Informatica: cosa si studia e quale corso scegliere?

È alla grandissima diffusione dell’utilizzo dei computer che dobbiamo la nascita della cosiddetta IT Engineering: quella branca dell’Ingegneria Elettronica focalizzata sulla progettazione informatica lato hardware e software. Ma in particolare, in un corso di Ingegneria Informatica cosa si studia? Prima di approfondire ogni aspetto legato a questo percorso universitario, scoprendo con quali materie dovrai cimentarti e quali esami dovrai sostenere, è doveroso fare chiarezza sulla tipologia di corsi di laurea tra i quali potrai scegliere per lavorare nel mondo digital.

Il corso di laurea di primo livello in Ingegneria Informatica afferisce alla classe di laurea triennale Ingegneria dell’Informazione (L-8), all’interno della quale si snodano poi diversi indirizzi di studio, come ad esempio quelli incentrati sull’approfondimento dei sistemi di automazione, delle telecomunicazioni o dell’ingegneria elettronica. Ciascun ateneo infatti sceglie di inserire nella propria offerta formativa percorsi con focus su determinati argomenti e temi legati alla materia.

Una volta conseguita la laurea triennale, lo studente potrà valutare se inserirsi subito nel mondo del lavoro oppure proseguire gli studi con una laurea magistrale in Ingegneria Informatica (LM-32). Anche in questo caso il corsista non avrà a disposizione un solo curriculum di studi, ma dovrà scegliere il ramo di specializzazione in base al proprio interesse e alle proprie aspirazioni. Tra i molti percorsi curricolari a disposizione degli aspiranti dottori magistrali in Ingegneria Informatica annoveriamo ad esempio specialistiche focalizzate su Data Science e Data Engineering, automazione ed elettronica o ancora curricula incentrati sulla progettazione di sistemi informatici.

Che abbia optato per una triennale o per una magistrale, alla fine del proprio percorso di studi il laureato dovrà superare un esame di Stato per essere abilitato alla professione e iscriversi infine all’Albo degli Ingegneri (sezione B per chi avrà completato la triennale e A per i dottori magistrali).

Ingegneria Informatica: le principali materie d’interesse

Tanti studenti alle prese con la scelta del proprio futuro universitario si domandano se vi siano o meno buoni sbocchi occupazionali per un ingegnere informatico oppure si lasciano sopraffare dall’emblematica disputa Ingegneria Informatica vs Informatica, dimenticando di porsi la domanda più importante di tutte: cosa si studia in Ingegneria Informatica?

Innanzitutto è bene che tu sappia che il corso di studi triennale in Ingegneria Informatica è interdisciplinare, quindi ti darà occasione di acquisire conoscenze in vari settori dell’Ingegneria. 
Le materie con le quali dovrai avere a che fare, infatti, sono molte e altrettanti saranno gli esami da sostenere.

L’iter di studio che percorrerai andrà ad approfondire numerose discipline scientifiche (ad esempio in ambito fisico e matematico) ma anche tematiche tecniche e più strettamente ingegneristiche. In questo modo potrai avere ottime basi nozionistiche e pratiche, propedeutiche allo studio delle discipline specialistiche dell’Ingegneria Informatica e fondamentali per l’ottenimento del titolo di laurea.

Tra le materie scientifiche che potrai trovare sul piano di studi presso la maggior parte degli atenei ci saranno:

  • Matematica
  • Geometria
  • Analisi matematica e numerica
  • Algebra
  • Informatica
  • Fisica generale, sperimentale e applicata
  • Termodinamica applicata
  • Probabilità e statistica

Passando poi al settore disciplinare pertinente ai Sistemi di elaborazione delle informazioni, all’Automatica, all’Elettrotecnica e alle Telecomunicazioni potrai dover studiare ad esempio:

  • Elettronica
  • Elettrotecnica
  • Sistemi elettronici per le misure
  • Fondamenti di Automatica
  • Telecomunicazioni
  • Sistemi elettrici
  • Sistemi digitali
  • Logistica
  • Programmazione
  • Sistemi operativi e calcolatori elettronici
  • Base di dati e Sistemi per la gestione dei dati
  • Campi elettromagnetici
  • Teoria dei Segnali
  • Sicurezza Informatica, delle reti e Cyber Security

Come in ogni percorso universitario, ti verrà chiesto di seguire alcuni insegnamenti a scelta, tra cui annoveriamo ad esempio Chimica, Logistica, Impianti industriali, Disegno industriale, Economia e Gestione aziendale.
Di rilevante importanza sarà poi la conoscenza della lingua inglese. Moltissime università infatti (sia per la triennale in Ingegneria Informatica sia per il percorso magistrale) erogano la didattica parzialmente o completamente in inglese e per questo prevedono un test propedeutico di lingua oppure richiedono alle matricole di essere in possesso di apposita certificazione delle competenze linguistiche (di norma a livello B2).

Studiare Ingegneria informatica presso le Università Telematiche

In ambito accademico nessuna realtà può definirsi più tecnologica e digitalizzata delle Università Telematiche: quale miglior soluzione, quindi, per l’iter formativo di futuri ingegneri informatici?

Cultori di una metodologia didattica inclusiva e all’avanguardia, gli atenei online garantiscono ai propri studenti l’accesso a lezioni, materiale didattico, forum tematici ed esercizi mediante l’utilizzo di piattaforme di e-learning consultabili 24 ore su 24 da smartphone, pc o tablet. Queste università rilasciano titoli di laurea legalmente riconosciuti e offrono ai propri iscritti la possibilità di svolgere tirocini, laboratori e attività formative - proprio come le classiche università in presenza - per formare laureati competenti e professionalmente competitivi sul mercato del lavoro.

Se pensi che questa opzione possa incontrare le tue esigenze, scopri di più sulle migliori Università Telematiche e prosegui nella lettura per capire in quale ateneo online potrai effettuare l’iscrizione al corso di laurea triennale o magistrale in Ingegneria Informatica.

La condizione occupazionale dei laureati in Ingegneria Informatica

Web designer, webmaster, web developer, full stack developer, data analyst, sistemisti e ancora programmatori, ricercatori e insegnanti: i ruoli che gli ingegneri informatici potranno ricoprire una volta ottenuta la laurea magistrale sono questi e molti altri, ma come è visto questo iter universitario nel mondo del lavoro?

Secondo quanto rilevato da Almalaurea, addirittura il 94,4% dei laureati magistrali in Ingegneria Informatica avrebbe conseguito il titolo di primo livello di Ingegneria dell’Informazione (classe di laurea al cui interno troviamo l’indirizzo in Ingegneria Informatica). A quanto pare però questo lungo percorso di studi porterebbe i suoi frutti: gli ingegneri informatici - molto spesso operativi in qualità di liberi professionisti - sono ricercatissimi da aziende, imprese di consulenza, società di servizi, enti, industrie per l’automazione e la robotica, pubbliche amministrazioni e centri di elaborazione dati e il tasso di occupazione dei laureati in Ingegneria Informatica sarebbe pari al 93,5% dopo solo un anno dalla proclamazione di laurea.

È bene ricordare poi che la laurea magistrale in Ingegneria Informatica (LM-32) - naturale prosecuzione del percorso di studi triennale in Ingegneria Informatica - offrirà ai candidati la possibilità di accedere all’insegnamento, previa acquisizione dei crediti aggiuntivi previsti per le singole classi di concorso.

Ecco alcune delle materie che gli ingegneri informatici potranno insegnare:

  • Fisica
  • Matematica
  • Tecnologie e tecniche di rappresentazione grafica
  • Scienze e tecnologie elettriche ed elettroniche
  • Scienze e tecnologie informatiche
  • Scienze matematiche applicate
  • Tecnologia (nella scuola secondaria di primo grado)

DOMANDE FREQUENTI

CONTATTACI PER UNA CONSULENZA GRATUITA

Se stai decidendo a quale Università Online in Ingegneria iscriverti oppure quale corso di Laurea Online in Ingegneria o Master Online in Ingegneria scegliere, non esitare a contattarci attraverso il modulo contatti, ti forniremo una consulenza gratuita per supportarti nella scelta del tuo percorso formativo in maniera consapevole e mirata.

    Autorizzo al trattamento dei dati personali, come esplicitato Informativa sulla Privacy.

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *