Come diventare Ingegnere: alcune cose da sapere

La professione di Ingegnere, nonostante la crisi, è tutt’ora quella che offre più sbocchi lavorativi per i neolaureati. Diventare ingegnere significa quindi, fare un bel investimento per il proprio futuro.

Cerchiamo di capire ora come si deve agire per diventare Ingegnere. Ecco, dunque, cosa fare passo per passo!

Diversi istituti di statistica sostengono che il 50% degli studenti laureati in ingegneria trovano un lavoro entro un anno dalla laurea. Questo dato aumenta di quattro e cinque punti percentuali, se parliamo degli studenti che nello specifico terminano un percorso di laurea in ingegneria meccanica o civile.

Superati i cinque anni dal conseguimento del titolo, la percentuale a studenti che lavorano a tempo pieno sale addirittura al 90%, numeri questi ultimi che non sono garantiti da nessun’altra università in Italia. Il dato generale infatti dice che solo il 74% degli studenti laureati dopo 5 anni lavorano stabilmente.

Scegliere l’università giusta!

Può sembrare banale, ma il primo passo per diventare ingegnere è sicuramente quello di prendersi una laurea in ingegneria. Scegliere l’università giusta è uno dei principali fattori a fare la differenza qualora intendessi diventare Ingegnere.

Le strade da intraprendere sono due. Devi decidere se iscriverti ad un ateneo tradizionale e trasferirti in un’altra città nella peggiore delle ipotesi  oppure scegliere un’università telematica e iniziare a studiare direttamente da casa senza correre il rischio di ritrovarti escluso a causa del test d’ammissione. È importante sapere infatti, che le Università Telematiche di Ingegneria, i cui titoli sono riconosciuti dal MIUR, sono undici in Italia e per nessuna delle quali è previsto un test d’ingresso. L’unica cosa che dovrai fare è immatricolarti e iniziare a studiare da casa.

Ovviamente, come ogni cosa, prima di iscriverti ad una qualsiasi Università, devi sapere quali sono i vantaggi, quali sono le differenze e quale è il corso di laurea online in Ingegneria più adatto alle tue esigenze. Dovresti cercare informazioni, leggere i piani di studi, confrontare l’offerta formativa e infine scegliere quello più idoneo alle tue necessità. Ovviamente per fare questo possiamo esserti d’aiuto, clicca qui, oppure cercando in rete potrai trovare diversi portali che offrono servizi di orientamento.

Laurea Triennale Ingegneria

Per poter esercitare la professione di Ingegnere, come abbiamo detto, è necessario possedere una laurea magistrale o quinquennale. La laurea Triennale in ingegneria quindi rappresenta il primo gradino per arrivare all’agognato traguardo. Anche se i vari Atenei differenziano in molteplici curricula le varie classi di laurea, ebbene sapere che la normativa del MIUR prevede che le triennali di ingegneria siano suddivise solo in tre macro aree, quindi la scelta iniziale deve per forza ricadere in una delle seguenti:

  • Ingegneria Civile e Ambientale (L-7)
  • Ingegneria dell’informazione (L-8)
  • Ingegneria Industriale (L-9)

Non necessariamente troverai lauree triennali con questi nomi, fai attenzione quindi alla classe di laurea a cui afferiscono, analizza bene i piani di studi e fai la tua scelta consapevolmente.

Laurea Magistrale in Ingegneria

Iscriversi alla Magistrale di Ingegneria è la scelta più difficile prima dell’inizio della propria carriera. In questi due anni si approfondiscono gli argomenti di base trattati nella triennale e ci si specializza nei vari campi di applicazione. A differenza delle triennali, il ministero ha organizzato molteplici corsi di laurea magistrale per ogni settore. Di seguito le varie specializzazioni:

  • Ingegneria Aerospaziale e Astronautica (LM-20)
  • Ingegneria Biomedica (LM-21)
  • Ingegneria Chimica (LM-22)
  • Ingegneria Civile (LM-23)
  • Ingegneria dell’Automazione (LM-25)
  • Ingegneria della Sicurezza (LM-26)
  • Ingegneria delle Telecomunicazioni (LM-27)
  • Ingegneria Elettrica (LM-28)
  • Ingegneria Elettronica (LM-29)
  • Ingegneria Energetica e Nucleare (LM-30)
  • Ingegneria Gestionale (LM-31)
  • Ingegneria Informatica (LM-32)
  • Ingegneria Meccanica (LM-33)
  • Ingegneria Navale (LM-34)
  • Ingegneria per l’Ambiente e il Territorio (LM-35)

Albo degli Ingegneri: l’esame di Stato

Una volta conseguita la laurea magistrale, il percorso universitario per diventare ingegnere è a tutti gli effetti terminato. Per poter ottenere l’abilitazione a svolgere la libera professione invece è necessario iscriversi all’ordine professionale degli Ingegneri, ultimo passo per essere considerato un ingegnere professionista. L’iscrizione si può effettuare solo previo superamento dell’esame di stato. L’esame normalmente si tiene due volte l’anno ed è strutturato in due sezioni e tre settori.

  • Sezione A per chi ha conseguito una laurea magistrale
  • Sezione B per chi ha conseguito solo una laurea triennale.

Entrambe le sezioni sono suddivise in tre settori:

  • Settore A: Ambientale e Civile
  • Settore B: Industriale
  • Settore C: Dell’informazione

Diventare ingegnere

Diventare un ingegnere, come noto, è un percorso arduo e ambizioso che allo stesso tempo è in grado di regalare parecchie soddisfazioni. Se intendi iscriverti ad un corso di laurea per diventare ingegnere vedi la nostra sezione dedicata ai corsi laurea online Ingegneria oppure contattaci per richiedere maggiori informazioni. Ti risponderemo in maniera del tutto gratuita, nel più breve tempo possibile e ti forniremo tutto l’aiuto necessario, consigliandoti il percorso formativo e l’università più vicine alle tue esigenze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *